Direttore Responsabile: Camillo Cametti

Altro | FINA 

Losanna, Lunedì 20 luglio/Martedì 21 Luglio 2020 – CIO e FINA in buona salute

Il CIO annuncia 63,6 milioni di euro di surplus di bilancio, la FINA un piano di supporto Covid-19 da 6,4 milioni di dollari

Buone notizie per le federazioni continentali e nazionali e per gli atleti che saranno supportati nella loro preparazione per le Olimpiadi del prossimo anno.

Buone notizie anche dalla FINA che, a sorpresa, ha annunciato un piano di supporto globale COVID-19 che supera i 6 milioni di dollari per assistere gli atleti che si sfideranno alle Olimpiadi di Tokyo la prossima estate, attraverso tre programmi distinti: • $ 4 milioni di dollari in sovvenzioni per 160 Federazioni nazionali per fornire supporto agli atleti per gli allenamenti, le competizione e le spese di soggiorno. • $ 460.000 di dollari in sovvenzioni alle cinque organizzazioni continentali – compresa la LEN - per consentire risorse supplementari agli atleti. • $ 2 milioni di dollari per gli atleti selezionati per partecipare al programma di borse di studio FINA, presso i centri di formazione FINA o presso le strutture di allenamento delle Federazioni nazionali.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo 2029, Domenica 19 Luglio 2020. Aggiornamenti

OLIMPIADI GIAPPONESI a rischio anche nel 2021

Secondo un sondaggio solo un giapponese su quattro è a favore dello svolgimento dei Giochi il prossimo anno. Intanto FINA e Comitato Organizzatore hanno concordato modifiche al percorso della maratona di 10 km.

Un recentissimo sondaggio ha rilevato che meno di un giapponese su quattro è a favore di tenere le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo 2020 come attualmente programmate per il prossimo anno. Solo il 23,9 per cento degli intervistati si è dichiarato a favore dello svolgimento dei Giochi nel 2021. Il sondaggio, condotto a livello nazionale, è stato commissionato dalla primaria agenzia di stampa giapponese Kyodo. Il 36,4 per cento degli intervistati ritiene che i Giochi debbano essere ulteriormente rinviati, un’ipotesi che il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach ha tassativamente escluso. Un ulteriore 33,7 per cento ha dichiarato di voler annullare i Giochi.
Continua a leggere...

Eventi

Tokyo, Venerdì 10 aprile 2020 – Giochi della XXXII Olimpiade / Aggiornamenti

TOKYO 2020: Olimpiadi ancora a rischio nonostante il rinvio al 2021

Il posticipo non tranquillizza completamente e il capo di Tokyo 2020 riconosce che la pandemia potrebbe avere un impatto sui Giochi nel 2021.

L'amministratore delegato di Tokyo 2020, Toshirō Mutō (sotto) ha riconosciuto che la pandemia di coronavirus potrebbe ancora influenzare i Giochi Olimpici e Paralimpici posticipati nel 2021. La pandemia ha forzato la riprogrammazione di Tokyo 2020, con le Olimpiadi ora in programma dal 23 luglio all'8 agosto 2021, seguite dalle Paralimpiadi dal 24 agosto al 5 settembre. Dopo il rinvio, sette prefetture in Giappone, tra cui Tokyo (e Fukuoka, sede dei prossimi Mondiali di nuoto in data ancora da definire), sono entrate in uno stato di emergenza mentre i casi di coronavirus continuano a salire (confermati oltre 5.500 casi, circa 100 i morti). Nonostante manchino ancora 16 mesi alla nuova data fissata per l’inizio dei Giochi, Mutō ha riconosciuto che la pandemia potrebbe essere ancora un problema anche l'anno prossimo.
Continua a leggere...

Eventi | FINA 

Losanna, Giovedì 19 Marzo 2020 – Rinviate le prove di qualificazione olimpica di Tuffi e Nuoto Artistico

OLIMPIADI: la FINA rinvia le prove di qualificazione di Tuffi e Nuoto Artistico

Entrambe restano programmate a Tokyo, le date sono da confermare.

A causa dell'emergenza COVID-19, la Task Force della FINA, in collaborazione con il CIO, ha deciso di rinviare a giugno le prove di qualificazione olimpica di Tuffi, la World Cup, e di Nuoto Artistico, Torneo di Qualificazione a giugno (sedi confermate, date da stabilire). I due eventi erano previsti rispettivamente dal 21 al 26 aprile e dal 30 aprile al 3 maggio.
Continua a leggere...

Eventi

Gwangju (Corea del Sud), Venerdi 19 Luglio 2019 – 18i Campionati del Mondo FINA /7a Giornata - Sincronizzato

Il CIO impegnato a realizzare i “Giochi della rinascita”

Gli atleti invitati a proseguire la preparazione per Tokyo 2020. "Nessuna decisione drastica per ora".

Globalmente lo sport si è fermato o si sta fermando. Cresce il dubbio che la 32esima Olimpiade, che dovrebbe inaugurarsi a Tokyo il 24 luglio, possa svolgersi senza rischi. Crescono esponenzialmente anche di timori per la salute da parte di atleti, squadre, federazioni sportive, e si fa sempre più forte la richiesta che i Giochi vengano rinviati di un anno o anche due. La medesima richiesta cresce anche in Giappone dove ormai, soprattutto a Tokyo, sono moltissimi i cittadini che invocano apertamente il rinvio; una richiesta sempre più supportata dai media.
Continua a leggere...

Altro

Washington, Giovedì, 19 Gennaio 2017 – Atto finale del Presidente USA uscente

OBAMA loda la BILES e PHELPS

Lo ha fatto ieri nella sua ultima conferenza stampa alla Casa Bianca.

Oggi, venerdì 20 gennaio, a Washington, Donald J. Trump ha giurato come 45° Presidente degli Stati Uniti. Trump è visto positivamente sia dal Comitato Olimpico Internazionale sia dal Comitato Promotore per candidatura olimpica di Los Angeles per il 2024. Si vedrà.
Continua a leggere...

Nuoto

Stati Uniti, Giovedì 8 settembre 2016 – L’USOC e l’USA Swimming puniscono i nuotatori che a Rio hanno denunciato un’inesistente rapina

Il dopo RIO 2016: Ryan Lochte sospeso per 10 mesi

Il 32enne nuotatore non potrà partecipare ai Mondiali FINA dell’anno prossimo a Budapest. I suoi “compagni di merende” Gunnar Bentz, Jack Conger e James Feigen sospesi per quattro mesi. La FINA ha ratificato il provvedimento.

Il Comitato Olimpico degli Stati Uniti (USOC) e USA Swimming, la federnuoto statunitense, hanno confermato che al nuotatore Ryan Lochte è stata inflitta una sospensione di 10 mesi per avere denunciato di essere stato rapinato a mano armata durante i Giochi Olimpici di Rio, affermazione presto rivelatasi destituita di fondamento e ritrattata con scuse (tardive) dell’interessato.
Continua a leggere...

Info Flash

Giochi Olimpici di Rio 2016 - Il bilancio dell'Azienda che ha realizzato le vasche per le gare di nuoto

OLIMPIADI: il bilancio di Myrtha Pools

Scopriamo numeri e curiosità!

Si è conclusa da circa quindici giorni la trentunesima edizione dei Giochi Olimpici di Rio 2016, che ha regalato al mondo intero oltre due settimane di gare e di intense emozioni sportive. Oltre al personale record di Myrtha Pools, che ha realizzato le vasche per le gare di nuoto, ecco alcuni numeri che riassumono brevemente queste due settimane di fantastiche Olimpiadi:
Continua a leggere...

Nuoto

Olimpiadi di Rio – Analisi delle Prestazioni dei Giovani Emergenti

RIO 2016- L'impatto juniores: le storie straordinarie di Chalmers e Oleksiak

Oltre ai due vincitori dei 100m stile libero a Rio 2016 è emersa la “new wave” del nuoto mondiale, testimonianza di un conflitto generazionale in cui i più esperti si sono genuflessi all'altrui brillantezza. Nel complesso, molti giovani atleti hanno fatto la voce grossa e la distanza tra eccellenza juniores ed assoluta pare assottigliarsi sempre più.

La crescente partecipazione delle super potenze natatorie ai Campionati Europei, Mondiali ed Olimpici Giovanili inizia a dare i suoi frutti. Ciò, si badi bene, non soltanto nella dimensione in cui gli juniores eccellenti riescono a qualificarsi alle proprie selezioni nazionali o a ben figurare nelle batterie di un grande evento.
Continua a leggere...

Nuoto

Olimpiadi di Rio – Analisi delle Prestazioni dei due maggiori Paesi

Netta supremazia degli Stati Uniti, Australia imbarazzante

Le due grandi potenze del nuoto, favorite per la vittoria nel medagliere alla vigilia delle Olimpiadi, si sono confermate come primo e secondo Paese più vincente seguendo però dei cammini totalmente differenti: States predatori indomiti, Aussies prede introverse.

Negli ultimi anni gli Stati Uniti avevano destato una generale impressione di fragilità. È vero, in nessun luogo quanto in terra nord-americana la preparazione degli atleti è finalizzata ad ottenere il massimo risultato alle Olimpiadi. Ma non si trattava soltanto del fisiologico peggioramento di prestazioni e risultati negli anni a cavallo tra una edizione dei Giochi a 5 cerchi e la successiva. Per quanto lo spirito di squadra a stelle e strisce possa essere marcato, il team statunitense ha quasi sempre avuto dei leader in grado di dominare le proprie gare e trascinare gli altri.
Continua a leggere...
Tuffiblog