Direttore Responsabile: Camillo Cametti

Ultimi articoli Vedi tutti gli articoli

Altro | FINA 

I NUOTATORI RUSSI E BIELORUSSI potranno gareggiare come neutrali…

…ma la FINA si riserva il diritto di rifiutare le iscrizioni per “motivi di sicurezza”.

Altro | LEN 

LEN esclude atleti e squadre russe e bielorusse

Massimo sostegno per gli atleti ucraini. Il comunicato stampa.

Altro | FINA 

PUTIN spogliato dell'Ordine Olimpico e dell’Ordine FINA

Il CIO ha anche raccomandato alle federazioni sportive internazionale di bandire dalle competizioni gli atleti e le squadre provenienti da Russia e Bielorussia.

Altro | LEN 

LEN: Barelli non si candida, il portoghese Silva nuovo presidente

Il presidente della FIN lascia la presidenza della LEN dopo 10 anni di successi. I comunicati della LEN e della FIN.

Notizie & Eventi

Personaggi

  • Altro

    Massi e il triathlon, attrazione fatale di Veronica Bigi

    La prima domenica di ottobre ha esordito in una gara sprint a Santa Marinella, l’ultimo sabato di questo mese gareggerà nello sprint del Forte Village, a Santa Margherita di Pula.
  • Altro

    VITTORIO OLIA, “aristocratico” del nuoto di Camillo Cametti

    Cresciuto nella Veneziana Nuoto è stato attivo anche come dirigente del Comitato Regionale Veneto FIN. A breve avrebbe compiuto 100 anni.
  • Altro

    I segreti di Giorgio Scala, il numero uno delle foto "acquatiche" di Luca De Matteis

    Da oltre un decennio è l'autore dei migliori scatti legati agli appuntamenti più importanti nelle discipline acquatiche. Giorgio Scala, il re dei fotografi nonché "obiettivo" ufficiale delle Federazioni italiana, europea e mondiale, ci ha spiegato alcuni segreti della sua carriera e introducendo il workshop di fotografia sportiva che terrà (per coloro che si iscriveranno) al prossimo Trofeo Settecolli di Roma.

Camillo Cametti at Large

FINA e LEN tornano a parlare di etica

Alla ricerca dell’ “INTEGRITÀ ACQUATICA”

Sollecitate le candidature per fare parte dell’organismo che dovrà rendere lo sport “più pulito”.

Lo sport internazionale è costellato di scandali, comportamenti scorretti e casi di corruzione. Se si i soggetti implicati sono dirigenti apicali di federazioni internazionali o dello stesso Comitato internazionale olimpico (CIO) spesso la fanno franca. Gli atleti meno. L’affermazione di principi etici che dovrebbero guidare la condotta di chi opera nello sport di alto livello è fatta, talvolta, di parole che non hanno riscontro con la ben più prosaica realtà.
Continua a leggere...
Tuffiblog