Direttore Responsabile: Camillo Cametti

Ultimi articoli Vedi tutti gli articoli

Nuoto

ASSOLUTI/4: Alberto Razzetti, 200 misti R.I. e Tokyo; Greg Paltrinieri, 1500 da numero uno

Tris per Simona Quadarella che vince anche i 1500 stile libero. Benedetta Pilato si aggiudica i 50 rana (in batteria sfiora per un centesimo il proprio record italiano).

Nuoto

ASSOLUTI: 100 rana femminili, finale stellare; Carraro R.I.

Nei 50 rana maschili doppio record italiano e terzo tempo mondiale di sempre di Nicolò Martinenghi. Federica Pellegrini vince i 200 stile libero e conquista il pass olimpico.

Nuoto

ASSOLUTI: Martinenghi R.I. 100 rana, Paltrinieri pass olimpico 800 S.L.

Per il ventunenne varesino terzo tempo mondiale si sempre. Terzo pass olimpico per Super Greg (dopo quelli sui 1500 metri e 10 km.). A Simona Quadarella gli 800 femminili. Federica Pellegrini vince il 23° titolo italiano nei 100 stile libero mente Alessandro Miressi li vince sfiorando il pass olimpico.

Nuoto

ASSOLUTI: Panziera R.I. 200 dorso, Franceschi pass olimpico 400 misti

La 25enne di Montebelluna vince il titolo dei 200 dorso col nuovo record italiano. La livornese stacca il pass olimpico nei 400 misti. Federica Pellegrini pass per gli Europei nei 50 stile libero vinti da Costanza Cocconcelli. A Gabriele Detti e Simona Quadarella i 400 stile libero.

Notizie & Eventi

Personaggi

Camillo Cametti at Large

Quest'anno prendono il via due nuove competizioni con format innovativi e cospicui premi

FINA Champions Swim Series vs ISL Champions League: chi vincerà?

Si inizia a fine aprile da Guangzhou, in Cina. Subito in gara Federica Pellegrini, Margherita Panziera, Fabio Scozzoli, Andrea Vergani e Gabriele Detti.

Due nuove competizioni, con format innovativi e ricchi premi connotano l’attuale stagione, la Champions League varata dalla ISL (International Swimming League) magnate ucraino Konstantin Grigorishin e le FINA Champions Swim Series, istituite in fretta e furia dalla federazione internazionale lo scorso dicembre, durante i Mondiali in vasca corta di Hangzhou, in risposta all’iniziativa di Grigorishin, in parte ricalcandone il format annunciato pochi giorni prima da Grigorishin in una conferenza a Londra, indetta con la presenza di alcuni grandi campioni che avevano prontamente aderito all’iniziativa.
Continua a leggere...
Tuffiblog