Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Nuoto

Tarragona (Spagna), Giovedì 21 Giugno 2018 – XVIII Giochi del Mediterraneo (50m)

GIOCHI MED: l’Italia con uno squadrone di 47 elementi

Gregorio Paltrinieri è la punta, Federica Pellegrini l’assente. Le gare si svolgeranno dal 23 al 25 giugno.

  • Share
TARRACUS-MASCOTTE

Da sabato 23 a lunedì 25 giugno a Tarragona, in Catalogna (Spagna), presso il Campclar Aquatic Centre (foto sotto), si svolgerà la XVIII edizione dei Giochi del Mediterraneo di nuoto (batterie alle 9.30, finali alle 17.30). L’Italia sarà rappresentata da una squadra formata da 47 elementi, fra nuotatori e nuotatrici, a partire da Gregorio Paltrinieri, campione olimpico, mondiale ed europeo in carica dei 1500 metri stile libero ma ancora a digiuno della medaglia d’oro dei Giochi Med. Le altre punte sono Luca Dotto, campione  europeo dei 100 stile libero, Simona Quadarella,  bronzo mondiale dei 1500, Fabio Scozzoli che, tornato in piena forma, difenderà il titolo dei 100m rana.

Difesa del titolo anche per Federico Turrini (200m misti) e Stefania Pirozzi (200m farfalla). Elena Gemo, invece, non difenderà il titolo dei 100m dorso ma nuoterà i 50m farfalla. Manca Federica Pellegrini ma nello staff tecnico è presente il suo allenatore Matteo Giunta. La squadra ha raggiunto Tarragona nella giornata odierna.

TARRAGONA PISCINA GIOCHI MED 

Queste le iscrizioni gara individuali: Domenico Acerenza (CC Napoli) 400 e 1500 sl, Paola Biagioli (Carabinieri / Florentia NC), Filippo Berlincioni (CC Aniene) 200 farfalla, Niccolò Bonacchi (Esercito / Nuotatori Pistoiesi) 50 dorso, Linda Caponi (Carabinieri / Team Nuoto Empoli) 200 e 400 sl, Diletta Carli (Fiamme Oro / Tirrenica Nuoto) 800 sl, Martina Carraro (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 50, 100 e 200 rana, Zaccaria Casna (Uisp Bologna) 100 rana, Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) 50 e 100 rana, Matteo Ciampi (Esercito / Nuoto Livorno), Christopher Ciccarese (Fiamme Oro / CC Aniene) 100 e 200 dorso, Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 50 e 100 farfalla, Stefano Di Cola (Fiamme Gialle) 200 sl, Elena Di Liddo (CC Aniene) 50 e 100 farfalla, Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto) 50 e 100 sl, Francesca Fangio (Team Lombardia MGM) 200 rana, Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene) 50 e 100 sl, Christian Ferraro (B. Montebelluna) 200 farfalla, Giada Galizi (Fiamme Oro / Aurelia Nuoto), Elena Gemo (Carabinieri / CC Aniene) 50 farfalla, Laura Letrari (Esercito / Bolzano Nuoto) 100 sl, Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro / CC Aniene) 200 rana, Pier Andrea Matteazzi (De Akker) 200 e 400 misti, Filippo Megli (Carabinieri / Florentia NC) 200 sl, Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino) 100 sl, Margherita Panziera (Fiamme Oro / CC Aniene) 100 e 200 dorso, Anna Pirovano (Team Lombardia MGM) 200 misti, Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli) 200 sl e 200 farfalla, Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) 400 e 1500 sl, Luca Pizzini (Carabinieri / IC Bentegodi) 200 rana, Alessia Polieri (Fiamme Gialle / Imolanuoto) 200 farfalla e 400 misti, Simona Quadarella (Fiamme Rosse / CC Aniene) 400 e 800 sl, Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 50 dorso, Lucrezia Raco (CC Aniene) 50 sl, Matteo Restivo (Carabinieri / Florentia NC) 200 dorso, Matteo Rivolta (Fiame Oro) 100 farfalla, Simone Sabbioni (Esercito / SwimproSS9) 50 e 100 dorso, Silvia Scalia (CC Aniene) 50 e 100 dorso, Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 50 e 100 rana, Claudia Tarzia (Esercito / Genova Nuoto Mysport) 100 farfalla, Carlotta Toni (Esercito / RN Florentia) 200 dorso, 200 e 400 misti, Andrea Toniato (Fiamme Gialle / Team Veneto) 50 rana, Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) 200 e 400 misti, Ivano Vendrame (Esercito / Larus Nuoto), Andrea Vergani (Can. Vittorino da Feltre) 50 sl e 50 farfalla, Lorenzo Zazzeri (Esercito / Florentia NC), Mattia Zuin (Fiamme Oro / Nottoli Nuoto).

Tecnici al seguito: il CT Cesare Butini; i tecnici federali Stefano Franceschi, Matteo Giunta, Gianni Leoni, Stefano Morini e Claudio Rossetto; i tecnici Luca Belfiore, Cesare Casella, Mirko Nozzolillo, Fabrizio Verniani. 

 

I XVIII Giochi del Mediterraneo si aprono in un contesto politico teso a causa delle tensioni fra il governo della regione autonoma della Catalogna e il governo centrale della Spagna. I Giochi avrebbero dovuto svolgersi a Tarragona un anno fa ma furono differiti di un anno, proprio a causa del conflitto fra gli indipendentisti e gli unionisti,

A inaugurarli, domani venerdì 22 giugno sarà Re Felipe di Spagna, ma il suo discorso potrebbe suscitare contestazioni, anche in seguito alla sua posizione sul referendum dello scorso ottobre sull'indipendenza catalana.

Molti edifici della città sono decorati con bandiere (foto sotto) e nastri gialli che supportano i leader del movimento indipendentista catalano imprigionati .

TARRAGONA-BANDIERA CATALANA 

Il leader della Generalitat de Catalunya, Qim Torra, potrebbe boicottare la cerimonia di apertura proprio a causa della presenza del re e del neo primo ministro del governo spagnolo Pedro Sanchez.

Re Felipe è stato uno sportivo attivo, atleta olimpico a Barcellona 1992, e per molto tempo, presidente del Comitato olimpico spagnolo.

Partecipano ai Giochi 26 nazioni e complessivamente 3.600 atleti.

La mascotte dei Giochi si chiama Tarracus (in copertina) in onore del centurione romano che diede il nome alla città, fondata dai fratelli Gneo e Publio Cornelio Scipione. Tuttora numerose vestigia romane sono l’orgoglio della città e sono considerate importanti attrazioni turistiche (sotto l’anfiteatro romano).

TARRAGONA_TEATRO ROMANO

La mascotte Tarracus è il risultato di una competizione che si è svolta nelle scuole di tutta la regione con la partecipazione di circa 10.000  alunni.

Anche le medaglie sono state ispirate dall'aspetto di monete romane con bordi irregolari.

 

Sito ufficiale: https://www.tarragona2018.cat/en/

Speciale CONI:  http://www.tarragona2018.coni.it/it/

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter