Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Pallanuoto

World League donne 2015 - 2^ giornata: il Setterosa corsaro a Szentes. L'Ungheria cede 11-9

World League: Setterosa, che carattere! In Ungheria è rimonta vincente: le azzurre vincono 11-9

Il Setterosa convince, ci mette il carattere ed espugna Szentes. Sotto i colpi del cecchino Arianna Garibotti e le parate super di Giulia Gorlero, le azzurre superano 11-9 l'Ungheria bronzo europeo e mondiale in carica. Le ragazze di Fabio Conti vincono anche il secondo match di World League 2015.

  • Share
GORLERO Giulia (GK) Italia

A Szentes, il Setterosa è magnifico. Le azzurre guidate dal c.t. Fabio Conti trovano la loro seconda vittoria su altrettante partite nella World League 2015. Stavolta, però, le italiane vincono e convincono, battendo 11-9 un’avversaria diretta per il passaggio del girone A dei Preliminari verso la Super Final: la temibile Ungheria medaglia di bronzo agli Europei 2014 e ai Mondiali 2013. Netto il punteggio nella piscina comunale della cittadina nel sud del paese. Grandi protagoniste del successo, il portiere Giulia Gorlero (Photo A.Staccioli/Insidefoto/Deepbluemedia) e l'attaccante Arianna Garibotti, top scorer del confronto con quattro reti. Una prova di squadra davvero convincente dopo un inizio difficile, che aveva visto prevalere l’approccio aggressivo – contro quello troppo soft delle azzurre – delle magiare.

Infatti, i primi 8’ costituiscono un assolo o quasi della formazione guidata dal tecnico Andras Meresz. Nei primi 2’ di gara, va a segno Ildiko Toth per il primo gol che fa esultare la piscina di Szentes. Poi, però arriva subito lo squillo di Aleksandra Cotti, pronta a sfruttare la prima occasione in superiorità numerica guadagnata dalle azzurre. Rita Keszthely (su rigore) e Gabriella Szucs guidano l’assalto magiaro verso il 3-1 e l’Italia non riesce a reagire. Almeno non prima del minuto 3 e 53 secondi, quando Roberta Bianconi realizza il suo primo centro nella gara. Poi, però ci pensano Dora Kisteleki e Zsuzsanna Mate a chiudere il primo parziale in evidente vantaggio sul Setterosa, sotto per 5-2.

Le ragazze di Fabio Conti dimostrano di essere più che mai vive nonostante il primo parziale devastante in favore delle ungheresi. E i secondi otto minuti di gioco premiano il carattere e l’intraprendenza nell’uno contro uno. La rivalsa italiana parte con decisione. Giulia Gorlero sbarra letteralmente la porta e respinge dapprima il rigore della Toth, facendo acquisire fiducia alle sue compagne. Serve però ridurre il gap. E l’incarico se l’assume colei che inciderà di più– con quattro gol - sul tabellino finale: Arianna Garibotti. L’attaccante in forza alla Waterpolo Messina, apre le marcature italiane del secondo tempo e le chiude a 44’’ (per il 5-6) dal fischio di metà gara. In mezzo, i gol di Giulia Emmolo e della magiara Hanna Kisteleki. Ci sarebbe anche l’opportunità per il blitz del pari, ma Federica Radicchi fallisce la palla per il possibile 6-6 perché il suo tiro finisce sul palo alla destra del portiere magiaro.

Il pari arriverà più tardi. Perché il tabellino nel terzo tempo lo sblocca nuovamente, dalla media distanza, la Kisteleki ai -6’17’’ dal termine. C’è però ancora un’Arianna Garibotti davvero infallibile dalla distanza che trova il 6-7 azzurro. L’Italia è una squadra trasformata e resiste molto bene in inferiorità numerica. Così arriva al pari grazie al rigore trasformato da Roberta Bianconi. È lo strappo che fa pendere la gara in favore del Setterosa. Anche perché l’estremo dell’Imperia, Giulia Gorlero, è un muro invalicabile per la numero 3 ungherese – sempre Hanna Kisteleki - lanciatissima in una controfuga molto pericolosa. L’Italia prende il pallino del gioco con una difesa attentissima e una presenza minacciosa – per le nostre avversarie – in avanti. Bianconi va vicina al primo vantaggio, ma il suo tiro da lontano si stampa sul palo. Il sorpasso arriva a 42’’ dall’ultima pausa: merito di una conclusione precisa di Giulia Emmolo, capace di fulminare col suo mancino l’estremo ungherese Kaso. Si va all’ultimo riposo sull’8-7 italiano. Per la prima volta le azzurre mettono la freccia.

Il quarto tempo si apre con la solita Gorlero sugli scudi, dimostrandosi la vera bestia nera degli attacchi delle padrone di casa, fiaccate anche dalla difesa ben più determinata delle italiane. Il Setterosa trova spazi facilmente e Garibotti serve Emmolo: l’attaccante batte ancora una volta Kaso con il suo mancino in stato di grazia nel momento più caldo – in superiorità numerica - del match: 9-7 per il Setterosa e primo break dell’intera partita. Le ungheresi vengono tenute lontane dalla porta di Gorlero. E la Garibotti infallibile, trova il 10-7 realizzando il tiro di rigore concesso dall’arbitro Jaumandreu per un fallo su Rosaria Aiello. Rita Keszthely è l’ultima ad arrendersi. La miglior marcatrice all’ultimo Europeo di Budapest trasforma in rete una sua controfuga quando il cronometro dà a disposizione ancora quattro possessi pieni alle contendenti. Le sue speranze sono affossate da Roberta Bianconi, che fissa sull’11-8 il risultato con un nuovo rigore guadagnato dalla brillante Teresa Frassinetti. È il sigillo finale e il suo terzo gol nell’incontro. Takacs segna l’ininfluente 11-9 quando mancano 3 secondi al fischio finale. Il Setterosa passa brillantemente in Ungheria con una prova di carattere che si attendeva davvero tanto, dopo una “prima ufficiale” in World League vincente - in Francia e contro un avversario non di primo piano – e soprattutto dopo la fase a eliminazione diretta decisamente negativa agli ultimi Europei. Un successo che regala 3 punti d’oro in chiave qualificazione alla Super Final 2015.

 

 

Il TABELLINO DELLA GARA

 

UNGHERIA-ITALIA 9-11 (5-2, 1-3, 1-3, 2-3)

Ungheria: Dora Kisteleki 1, Gabriella Szucs 1, Orsolya Takacs 0, Anita Hevesi 0, Rita Keszthely 2, Ildiko Toth 1, Dora Leimeter 0, Dora Csabai 0, Zsuzsanna Mate 1, Edina Gangl 0. All. Andras Meresz.

Italia: Giulia Gorlero 0, Federica Radicchi 0, Arianna Garibotti 4, Elisa Queirolo 0, Silvia Motta 0, Rosaria Aiello 0, Alessia Millo 0, Roberta Bianconi 3, Giulia Emmolo 3, Giuditta Galardi 0, Aleksandra Cotti 1, Teresa Frassinetti 0, Laura Teani 0. All. Fabio Conti.

Arbitri: Jaumandreu (Spa), Mauss (Ger).

Note: Uscita per limite di falli Queirolo (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 2/8 + 3 rigori, Ungheria 4/10 + 1 rigore fallito (parato da Gorlero) nel secondo tempo. Spettatori 500 circa

 

Prossimo appuntamento per il Setterosa è fissato per il 27 gennaio. La Nazionale di Conti sfiderà in trasferta la Russia in quella che potrebbe essere una partita decisiva per assegnare il primo posto nel girone A di World League.

 

Seconda giornata Gruppo A


Ungheria-Italia 9-11
Francia-Russia 4-15

 

Classifica:

Italia          6 punti
Russia          5
Ungheria      1
Francia         0                                 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter