Direttore Responsabile: Camillo Cametti
TuffiblogArenaHotel Consul
TuffiblogArenaHotel Consul

Info Flash

ARENA PERDE CIELO MA PRENDE PALTRINIERI

Il mezzofondista azzurro esordisce con il brand delle tre losanghe al 3° Trofeo “Città di Milano”

  • Share

GREGORIO PALTRINIERI

Greegorio Paltrinieri

Arena annuncia contestualmente la fine dell’accordo di sponsorizzazione del campione mondiale e olimpico brasiliano Cesar Cielo e l’ingresso nel proprio Team di Gregorio Paltrinieri.

A partire dal 2009, lo sprinter di stile libero e farfalla ha dato prova delle sue prestazioni sotto la bandiera dai tre diamanti, affermandosi come uno dei membri più importanti del prestigioso Elite Team.

Proprio come parte dell’Elite Team Arena. Cielo ha realizzato alcuni dei più grandi successi della sua carriera. Ai Mondiali di Roma 2009 a Roma, ha vinto due ori nelle gare sprint di stile libero, battendo nel corso dell’evento il record del mondo nei 100 m (46,91) e il record di campionato nei 50m ed ha chiuso l'anno registrando un nuovo record mondiale (20,91) nei 50m stile libero ai Campionati Nazionali Brasiliani. Entrambi i record del mondo sono ancora in vigore. Ai Mondiali di Shanghai 2011 ha di nuovo vinto due ori, questa volta nei 50m stile libero e nei 50m farfalla, conquistando anche un bronzo nei 100m stile libero. Alle Olimpiadi 2012 a Londra lo è riuscito ad ottenere una medaglia di bronzo nei 50m stile libero.

"Durante il tempo trascorso con Arena, Cesar è stato uno dei nostri autentici portabandiera, svolgendo anche un ruolo di primo piano nella sperimentazione e nel lancio, nel 2012, del rivoluzionario costume da competizione Powerskin Carbon-Pro", ha affermato Giuseppe Musciacchio, General Manager - Brand Development del Gruppo Arena. "Nel ruolo di atleta e in veste di ambasciatore si è dimostrato al contempo professionale e passionale, mostrando le sue qualità in piscina e le sue emozioni sul podio. Questa è stata una grande storia di collaborazione e di amicizia, piena di con il buono e il cattivo tempo. Ora, auguriamo a Cesar tutto il meglio per il suo futuro. Qui in Arena ha molti amici che continueranno a seguire la sua carriera con interesse”.

Gregorio Paltrinieri, uno dei più giovani nuotatori ad aver esordito alle Olimpiadi di Londra 2012, che gareggia per la società Coopernuoto ed è in forza al Gruppo sportivo della Polizia di Stato “Fiamme Oro”. Il campione, specialista delle lunghe distanze (400m, 800m, 1500m), che vestirà il brand Arena per i prossimi 4 anni, comprendendo le Olimpiadi di Rio del 2016, farà il suo esordio con il nuovo sponsor tecnico in occasione del “3° Trofeo Città di Milano”, in programma dall’8 al 10 marzo, presso la Piscina “D. Samuele” di via Mecenate.

 

Classe 1994, l’atleta di Carpi, partecipa all’età di 16 anni agli Europei giovanili di Belgrado (2011), conseguendo il suo primo oro nei 1500m e un bronzo negli 800m stile libero nella stessa piscina, la Tasmajdan, teatro della più bella impresa del mezzofondo azzurro con Novella Calligaris, che nel 1973 fece registrare, record e oro nella prima edizione dei Mondiali. La conferma che Paltrinieri ha un futuro da predestinato arriva poco dopo ai Mondiali di Lima dove sale sul podio altre due volte: argento nei 1500m sl e bronzo negli 800m sl. Ma è il 2012 a proiettare Paltrinieri nell’olimpo del nuoto. A marzo vince il titolo italiano negli 800m sl, in 7'51"97, davanti a Rocco Potenza e Gabriele Detti dimostrando di essere in forma e pronto ad affrontare una stagione che vale l’accesso alle Olimpiadi di Londra. Infatti, a distanza di solo due mesi, il giovane mezzofondista, a soli 17 anni, batte tutti nei 1500m sl lasciandosi alle spalle gli ungheresi Gerg? Kis e Dàniel Gyurta con uno strepitoso 14'48" 92 che gli vale anche il pass olimpico. A Londra Paltrinieri entra in vasca con lo spirito di chi, alla sua prima Olimpiade, non ha nulla da perdere. Così vince la batteria dei 1500m sl con il tempo di 14'50"11, sua seconda migliore prestazione di sempre, e si qualifica per la finale con il quarto tempo. L’azzurro si trova a gareggiare contro i più forti fondisti del mondo con lo svantaggio di una tendinite alla spalla sinistra: si classifica al 5° posto con il tempo di 14'51"92. Ma in questa stagione Paltrinieri, già oltre ogni aspettativa, firma un altro sigillo: il nuotatore carpigiano chiude il 2012 agli Europei in vasca corta di Chartrès, dove fa suo l’oro nei 1500m sl, in 14'27"78, che vale il primato personale e il secondo tempo mai nuotato dietro al record italiano “gommato” di 14'24"21 stabilito da Federico Colbertaldo nel 2008.

 

Paltrinieri, soprannominato “Greg”, ha mosso le sue prime bracciate in acqua già a tre mesi quando i genitori lo hanno portato ai primi corsi di acquaticità, e lì ha imparato a muoversi, molto prima che sulla terra. Il padre Luca,  ex-nuotatore agonista di buon livello,  gestisce la piscina di Novellara, in provincia di Reggio Emilia dove il nuotatore emiliano si è sempre allenato, per un anno anche sotto la guida proprio del papà. La carriera di Paltrinieri inizia nella specialità delle rana su cui punta fino ai 12 anni, poi, quando ha cominciato ad allungarsi - oggi è 191 cm - è passato allo stile libero. Tra un allenamento e l’altro, nel tempo libero, si dedica alla play station, ascolta musica commerciale ma soprattutto guarda tanto basket: è tifoso dei New York Knicks e da piccolo sognava di diventare una stella dell’NBA. Il suo modello, nel mondo del nuoto, è Ian Thorpe che ha visto per la prima volta in televisione alle Olimpiadi di Sidney 2000 quando il re dello stile libero vinse tre ori e due argenti.

 

Siamo molto orgogliosi di avere Gregorio nella grandissima famiglia di atleti e Federazioni Arena. Un giovane dalle grandi doti atletiche che fa del suo impegno quotidiano in vasca la sua arma vincente – afferma Enrico Maria Tricarico, Direttore Generale di Arena Italia –, abbiamo deciso di accompagnare Greg fin oltre le olimpiadi di Rio 2016 perché pensiamo che abbia davanti a sé un quadriennio di grande maturazione umana ed agonistica e vogliamo essere al suo fianco nei più importanti momenti della sua carriera”.

 

“Sono davvero soddisfatto di aver firmato con Arena, che considero come la marca più prestigiosa del mondo del nuoto” - dichiara Gregorio -. “Indossando il costume da competizione Powerskin Carbon Pro mi sono sempre sentito a mio agio, provando delle ottime sensazioni. Il mio preferito è quello rosso. Ora che Arena è diventata anche partner della Federazione Italiana di Nuoto so che potrò gareggiare con maggiore serenità, concentrandomi sui miei obiettivi di gara. Spero davvero di poter regalare non solo a me stesso, ma anche al brand che mi sta supportando le migliori prestazioni, soprattutto a partire dai Campionati Primaverili di Riccione, dove cercherò di dare il meglio in vista dei Mondiali di Barcellona, cercando di qualificarmi negli 800m e nei 1500m stile libero”.

 

 

 

 

 

Leggi anche...

TuffiblogArenaHotel Consul

Twitter